Vercellink si sta rinnovando:

WWW.VERCELLINK.IT


Musei di Vercelli

Vercelli Storia

Personaggi

Personaggi storici nati o vissuti in provincia di Vercelli:


Personaggi storici che sono transitati o hanno sostato per qualche giorno nella zona di Vercelli:

Vercelli Book

Il Vercelli Book è un manoscritto contenente poesie dell'antica letteratura anglosassone.

Il volume arrivò a Vercelli, con ogni probabilità, nel dodicesimo secolo.

Fu, tuttavia, nel diciannovesimo secolo, che venne percepita l'importanza di questo volume, quando uno studioso tedesco, Friedrich Blume, che stava cercando alcuni testi giuridici, trovò il Vercelli Book.

Il libro è composto da centotrentacique pagine, scritte da un'unica mano intorno al decimo secolo.
E' probabile, che l'autore non abbia fatto altro che copiare delle opere risalenti ad un periodo precedente.

Il Vercelli Book è importante, poiché è uno dei pochi testi scritti in inglese antico.

I diciannove fascicoli di cui è composto il volume comprendono 23 omelie, in prosa, e 6 poemi in versi.

Le omelie riguardano importanti solennità della chiesa: Passione, Epifania, Natale...

I componimenti poetici non hanno un titolo, ma per convenzione vengono indicati con i seguenti nomi.

  • Andreas: 1722 versi descrivono la missione dell'apostolo Andrea nella terra dei Mermedoni antropofagi.

  • I fati degli apostoli: martirologio dei 12 apostoli.

  • Il dialogo tra l'anima e il corpo: nella prima parte, un'anima peccatrice rimprovera il proprio corpo. Nella seconda parte, un'anima pia fa delle promesse.

  • Bi manna lease: è un poema che ha come argomento la falsità degli uomini.

  • Il sogno della croce: al poeta appare in sogno il legno della croce di Gesù Cristo. Il legno narra la storia della Crocifissione, della Deposizione e della Sepoltura di Cristo.

  • Elena: sono 1321 versi che descrivono il ritrovamento della croce da parte dell'imperatrice Elena, madre di Costantino.

I "Fati degli apostoli" ed "Elena" sono firmati da: "Cynewulf".

Il Vercelli Book è conservato presso la Biblioteca Capitolare.