Vercellink si sta rinnovando:

WWW.VERCELLINK.IT


Il Presidente dell'Olimpia Volley Vercelli, Antonio Bertolini, commenta la partita:

MOKAOR VERCELLI - WINCO PV VARESE: 1 - 3.
(24-26; 33-35; 25-18; 24-26).

INCREDIBILE

... è l'unica parola che mi è saltata in mente al termine di una partita a dir poco strana. Facciamo lo stesso numero di errori dei nostri avversari, facciamo un punto in più di loro ma il tabellone elettronico segna: "Ospiti 3 - Locali 1". Sarà mica il classico scherzo di Carnevale? Purtroppo no! E' dura da digerire ma questa è la realtà. E' anche vero che abbiamo cercato in ogni modo, possibile e non, di aiutare i nostri avversari facendoli tornare in partita più volte quindi non ci resta che... prendercela con noi stessi.

La cronaca. Partiamo maluccio, facciamo fatica ad ottenere il cambio palla e Varese ne approfitta subito (2-4; 4-8). Per fortuna, cominciamo a giocare e palla su palla, iniziamo a rosicchiare qualche punticino agli ospiti e concretizziamo la rimonta (13-13). Varese reagisce (14-16) ma siamo bravi a non far scendere il ritmo di gioco e conquistiamo un mini break (20-18). Amari va al servizio e ci prende a pallate (22-22). Si procede punto su punto ma non chiudiamo un cambio palla e Varese ne approfitta portandosi sull'uno a zero (24-26). Il cambio campo sembra farci bene infatti andiamo subito in vanatggio (4-1; 8-5). Improvvisamente la nostra ricezione comincia a balbettare e non abbiamo nessun apporto dai nostri schiacciatori di banda che a metà set hanno uno sconsolante "zero" nella colonna "punti fatti". Entra Morri per un impalpabile Piazzano e riusciamo a stare davanti (10-8; 13-12) ma anche Demichelis comincia a sbagliare oltre il lecito, costringendo Mister Mancin a sostiuirlo con Brondolin. Varese chiude la rimonta e si porta in vantaggio (15-16). Oppezzo entra per un affaticato Arbaney e si torna a giocare punto a punto (19-20; 22-23). Varese ci prova ma siamo pronti a rispondere per le rime (24-24; 26-26; 28-28). La palla comincia veramente a scottare ma nessuno vuol mollare la presa. Si prosegue con alterne fortune fino a che un muro ospite non rompe l'equilibrio ed un nostro errore (tanto per cambiare) concede il set agli ospiti (33-35). Viene il sospetto che sulla rete ci sia appollaiato qualche "gufo" di troppo, pronto ad "aiutarci" alla sua maniera. Tant'è! Due a zero per Varese. Terzo set: Mister Mancin rimanda in campo il sestetto titolare a meno di Demichelis e reagiamo, al doppio svantaggio, con grande orgoglio e cominciamo a giocare ad alto ritmo e con grande determinazione (4-1; 8-5). Il nostro servizio mette in difficoltà la ricezione ospite e troviamo un bel vantaggio (13-17; 16-10). Continuiamo a giocare con grande attenzione e non concediamo nulla agli attoniti avversari (20-12). Chiudiamo il set senza troppo faticare (25-18). Uno a due e partita completamente riaperta. Con il ritrovato entusiasmo, iniziamo bene anche la quarta frazione (4-2) ma non abbiamo fatto i conti con il libero avversario che tiene letteralmente a galla la propria squadra a suon di difese veramente eccellenti (7-8). Pian piano, troviamo di nuovo fluidità e mettiamo a terra dei bei palloni conquistando un buon vantaggio (13-11; 16-12). Sul 18 a 14, difendiamo e contrattacchiamo per il probabile ko ma commettiamo un errore grossolano che ci costa, subito dopo, un ace e la perdita di tranquillità. Fortunatamente, pur con una ricezione veramente ballerina, ci manteniamo in vantaggio (23-20) ponendo le basi per andare, meritatamente al quinto set. Ancora una volta non abbiamo fatto i conti con gli avversari. Questa volta va al servizio Ferrario e ci mette "in croce": 23 pari. Tutto da rifare. Sul 24 pari, uno schiacciatore ospite commette un'invasione clamorosa ma che non viene rilevata dal direttore di gara. Varese ne approfitta e conquista il primo match ball. La nostra ricezione, sul loro servizio, termina nel campo avversario ed Amari non si fa pregare a schiantarla nel nostro campo: 24-26! Set e partita chiusa. Dopo due ore di gioco... stringiamo un pugno di mosche; Varese bissa il risultato dell'andata e ci scavalca in classifica. Che dire, onore agli avversari che hanno saputo usare al meglio il loro fondamentale più incisivo (il servizio), riuscendo a togliersi dai guai nei momenti topici dei set ma pemettetemi: "qualcosa in più potevamo sicuramente fare!". Per fortuna la classifica è rimasta pressochè invariata ma abbiamo sprecato un'altra occasione per issarci un pò più su, migliorando decisamente i nostri obiettivi stagionali e, perchè no, di festeggiare al meglio il compleanno del nostro "Mao" Gandini (AUGURI!). E' andata così ed è inutile piangere sul latte versato! Guardiamo avanti, subito!

* *Olimpia*: GANDINI (2/2); DEMICHELIS (8/7); PIAZZANO (12/7); ARBANEY (12/7); GHERARDI (10/2); BOSCOLO (7/2); MILIOTTI (L,0/5); BRONDOLIN (13/3); MORRI (3/4); OPPEZZO (0-1); CARAMASCHI e INNOCENTI. All.: MANCIN; 2° all. : BERTOLINI.

Antonio Bertolini

>> Le fotografie delle partite della squadra di pallavolo maschile
>> Il sito ufficiale dell'Olimpia